Cosa fare in questi giorni

10 - Newsletter di Wine Tech - 26 marzo 2020

Ciao

spero tu stia bene, tu e la tua famiglia. In realtà questa, come dice il sottotitolo, dovrebbe essere una newsletter di wine tech, ma ultimamente non ci sono molte notizie in questo senso, come puoi immaginare.

Così mi sono chiesto cosa fare in questi giorni di distanziamento sociale, ossia la stessa domanda che si sono fatti e che si stanno facendo quasi tutti.

Il lavoro naturalmente mi aiuta, ma il resto della mia attività, ossia andare in giro per enoteche, fiere, degustazioni, è fermo. Anche le aziende che si occupano di tecnologia applicata al mondo del vino sono ferme, o quasi.

Il telefono però funziona, così ho fatto qualche intervista per il podcast, ed ho scoperto che fare interviste è molto più difficile di quanto pensassi.

La prima cosa da fare, naturalmente, è informarsi bene sulla persona che si vuole intervistare e sulla sua attività. Sulla carta sembra facile, no? In realtà non serve conoscere tutta la sua vita, basta almeno sapere di cosa si occupa, il nome dell’azienda, insomma tutte cose che si possono scoprire leggendo la pagina About del sito web.

Poi occorre preparare una introduzione che spieghi agli ascoltatori chi è l’intervistato e perché abbiamo deciso di fargli delle domande.

E poi, iniziare la telefonata, spiegare come avverrà l’intervista ed iniziare con le domande. Ecco, sulla carta è questo più o meno il mio modo di fare le cose. Solo che non è così semplice, perché un conto è fare delle domande ad una persona, ed un conto intervistarla registrando tutto. Il microfono mette paura non solo all’intervistato, ma anche all’intervistatore, almeno, a questo intervistatore.

Così mi sono riascoltato le interviste, segnato dove ho sbagliato, che domande avrei voluto fare ed invece non ho fatto, insomma ho studiato.

Spero che le prossime interviste quindi vadano meglio.

Per abituarmi a parlare di getto, ho iniziato una rubrica quotidiana del mio podcast. L’ho chiamata semplicemente Quotidiano Number 1, 2, 3 e così via. Ad oggi sono arrivato al numero 12. Potete ascoltarla tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dopo le ore 13. Dura poco, una decina di minuti al massimo, e parlo di quel che ho fatto durante la giornata, oppure di vino, oppure di libri, o di come si fa una videoconferenza.

Ho pubblicato qualche post su Web in Vigna, andatelo a vedere e ditemi poi cosa ne pensate, anche con un tweet sul mio account, @wineroland.

In tutto questo, ho aperto una bottiglia di Montepulciano d’Abruzzo, Emidio Pepe, 2014. Ma mi stanno finendo le righe, ve ne parlerò la volta prossima.

Grazie di avermi letto fino a qui, al prossimo bicchiere!

Share


Notizie dal settore Wine Tech, suggerimenti e idee, potete trovarli anche e soprattutto sul mio blog, Web in Vigna. E per seguire il podcast, basta andare su The Digital Wine e scegliere la piattaforma che più vi piace per iscrivervi ed iniziare a scaricare tutte le puntate. Il podcast lo trovate anche su Spotify, su iTunes e naturalmente su Spreaker, la piattaforma che ospita il mio podcast. Non dimenticate di mettere un ‘mi piace’ o una votazione con 5 stelle!

Il Podcast di The Digital Wine

Se poi volete finanziare il podcast ed il blog, basterà diventare patron di The Digital Wine. Potete cliccare direttamente su questo pulsante per assicurarvi gloria perenne (eh…) al costo di un calice al mese.

Sostieni The Digital Wine

Loading more posts…